IL METAVERSO

“Ma tu l’hai capito cosa è questo metaverso di cui parlano tutti?”

“Credo.”

“Meh siediti e spiegamelo.”

“In pratica è un mondo virtuale, un universo parallelo o addirittura più universi paralleli. “

“Quindi è un gioco su internet?”

“No. Si possono fare le stesse cose che fai in questo mondo. Lavorare, guadagnare e comprare cose. Pensa che puoi anche comprarti una casa o un terreno nel metaverso.”

“Davvero dici? Magari riesco a comprarmi il box auto che ho sempre desiderato.”

“Certo. Ma ci devi mettere una macchina virtuale mica la tua. Ovviamente devi crearti un avatar, cioè un tuo doppione virtuale. Che vivrà nel metaverso. Insomma una vita parallela in tutto e per tutto.”

“Mi piace, mi piace. Come faccio ad entrarci?”

“Devi avere un portafoglio.”

“Ah e ce l’ho!”

“Ma non quello che hai in tasca. Devi avere un wallet. Un portafoglio elettronico per gestire la moneta virtuale.”

“Ah se è virtuale posso decidere io quanta metterne?”

“Non proprio. Decidi tu certamente, ma il wallet pesca nel tuo portafoglio reale.”

“Ecco lo sapevo che stava il trucco!”

“Ma è normale! Tu carichi il wallet con criptovalute e inizi a muoverti nel metaverso. Fai cose, vedi gente.”

“Posso avere anche una storia con una? Portarla a cena?”

“Sicuro, puoi fare tutto quello che potresti fare nella vita reale. Beh non proprio tutto, quello a cui stai pensando non lo puoi fare.”

“Ecco lo sapevo che stava un altro trucco!”

“Diciamo che puoi arrivare sino ad un certo punto.”

“E se mia moglie si crea un avatar pure lei? E mi becca nel metaverso a fare lo scemo con una?”

“E che vuoi da me? Mica decido io chi entra nel metaverso.”

“Non conosci nessuno all’ingresso del metaverso? Tuo cugino che faceva il controllo all’ingresso della discoteca non può farsi un avatar e decidere chi entra? Mi pare che questo metaverso è un poco complicato. Bisogna mettere soldi veri, di fare zozzerie non se ne parla, se mia moglie si fa un avatar me la ritrovo pure di là. “

“Fratello mio, con il metaverso ci sono infiniti universi paralleli. Se tua moglie va in uno, tu scegline un altro e così non vi incontrate.”

“Seeee, e se quella si mette a fare la scema con un altro avatar? No meglio che sto pure io, non si sa mai.”

“Senti a me, tu non sei pronto, non hai ancora l’approccio virtuale. “

“Forse hai ragione tu, vado al circolo della birra che là conosco tutti e se viene un avatar lo crepano di mazzate.”

Photo by Tima Miroshnichenko on Pexels.com

Pubblicato da markmccandy

da compilare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: